ACE OF ALL SURFACES

KTM 690 ENDURO R

KTM 690 ENDURO R

Parti da casa e senti l'adrenalina che sale mentre affronti le curve sull'asfalto verso la tua meta offroad preferita. Il rimorchio non serve: ti basta girare la manopola dell'acceleratore della KTM 690 ENDURO R, che si trova davvero a suo agio quando la strada inizia a sporcarsi e il percorso diventa sempre più estremo. La sua ciclistica leggera, lo stile aggressivo e un affidabile motore 690 LC4 risultano migliorati dall'elettronica all’avanguardia e dalla sospensione WP XPLOR. Potrai domare terreni più impegnativi grazie alle elevate prestazioni di questa leggera regina della versatilità.
  • PHO_BIKE_90_RE_KTM-690-Enduro-MY-23-90-right_#SALL_#AEPI_#V1.png
    PHO_BIKE_PERS_REHI_KTM-690-Enduro-MY23-rear-right_#SALL_#AEPI_#V1.png
    PHO_BIKE_PERS_LIHI_KTM-690-Enduro-MY23-rear-left_#SALL_#AEPI_#V1.png
    PHO_BIKE_90_LI_KTM-690-Enduro-MY23-90-left_#SALL_#AEPI_#V1.png
    PHO_BIKE_PERS_LIVO_KTM-690-Enduro-MY23-front-left_#SALL_#AEPI_#V1.png
    PHO_BIKE_PERS_REVO_KTM-690-Enduro-MY23-front-right_#SALL_#AEPI_#V1.png
Parti da casa e senti l'adrenalina che sale mentre affronti le curve sull'asfalto verso la tua meta offroad preferita. Il rimorchio non serve: ti basta girare la manopola dell'acceleratore della KTM 690 ENDURO R, che si trova davvero a suo agio quando la strada inizia a sporcarsi e il percorso diventa sempre più estremo. La sua ciclistica leggera, lo stile aggressivo e un affidabile motore 690 LC4 risultano migliorati dall'elettronica all’avanguardia e dalla sospensione WP XPLOR. Potrai domare terreni più impegnativi grazie alle elevate prestazioni di questa leggera regina della versatilità.
  1. Motore e scarico
  2. Telaio
  3. Ergonomia e comfort
  4. Software ed elettronica

01. Motore e scarico

Motore

A una grande potenza d'accelerazione sin dai regimi minimi il motore unisce una straordinaria briosità e un funzionamento ottimale. Un altro notevole punto di forza: il consumo di carburante è estremamente contenuto.

Testa del cilindro

Una testa del cilindro leggera e compatta contiene quattro valvole e un albero a camme singolo posizionato al di sopra delle valvole dell'aspirazione, con un controalbero di equilibratura secondario azionato dalla catena della distribuzione. Le valvole dell'aspirazione vengono azionate da bilancieri a dito, mentre le valvole di scarico da un bilanciere.

Camera di risonanza

Una camera di risonanza bilancia i flussi nel condotto di aspirazione e rende la risposta all'acceleratore più fluida, con minori vibrazioni.

Controalbero di equilibratura

Due contralberi, di cui uno di fronte all'albero motore e l'altro nella testa del cilindro, riducono le vibrazioni a favore di una guida più fluida.

Pistone

Il leggero e resistente pistone forgiato è stato progettato per ridurre le masse controrotanti, migliorando così la risposta del motore.

Biella

I cuscinetti a strisciamento usati nella biella assicurano una riduzione delle masse controrotanti, aiutando così il motore a essere più fluido ed esaltandone la vivacità. 

Frizione PASC

La frizione PASC (Power Assist Clutch) richiede il minimo input da parte del pilota per azionarla, grazie al fatto che ai dischi della frizione viene trasferita una coppia del motore ridotta. La frizione antisaltellamento evita il blocco della ruota posteriore quando si rilascia la frizione bruscamente in scalata, riducendo così i saltellamenti della ruota posteriore sull'asfalto in caso di brusche frenate o decelerazioni in curva.

Trasmissione

La morbida scatola del cambio a 6 rapporti con Quickshifter+ permette di salire di marcia o scalare senza frizione in maniera più rapida quando sei nel vivo dell'azione. Ciò consente al pilota non solo di avere un maggiore controllo sulla moto mantenendo le mani ben salde sul manubrio, ma migliora anche la trazione della ruota posteriore.

Ride by wire

La KTM 690 ENDURO R è dotata del sistema ride by wire, che analizza i movimenti della manopola dell'acceleratore con l'ausilio di sensori elettronici e attiva di conseguenza le valvole a farfalla. Ciò migliora notevolmente la risposta, fornendo al pilota un migliore controllo dell'accelerazione del potente monocilindrico e una guida più fluida.

Iniezione / gestione del motore

Iniezione elettronica e gestione del motore promettono prestazioni che si adattano perfettamente alle condizioni di guida. Il risultato: una potenza controllata ancora maggiore e migliore, un consumo di carburante ridotto e minori emissioni, oltre al vantaggio di avere funzioni come MTC (controllo della trazione della motocicletta), MSR (regolazione della coppia del motore in fase di rilascio) e Quickshifter+. Il pilota ha la possibilità di scegliere fra due diverse mappature per influenzare le caratteristiche del motore. Il sistema a doppia accensione comanda le due candele di dimensioni diverse di ogni testa del cilindro in modo indipendente l'una dall'altra, per ottenere sempre una combustione più efficiente, oltre che una sequenza di combustioni più omogenea e comandata in modo preciso.

Lunghi intervalli di manutenzione

Oltre ai consumi ottimali, la KTM 690 ENDURO R fa risparmiare al suo proprietario denaro sonante anche grazie ai lunghi intervalli di manutenzione (10.000 km).

Frizione antisaltellamento

Fastidiosi saltellamenti della ruota posteriore? Vengono evitati grazie alla frizione antisaltellamento montata di serie.

Scarico

La KTM 690 ENDURO R vanta un impianto di scarico specificamente sviluppato e realizzato in acciaio inossidabile di alta qualità che, oltre a essere compatto e ottimizzato per l'utilizzo offroad, è anche conforme alle norme EURO 5. Tuttavia, se desideri un po' più di "rombo", il catalogo KTM PowerParts offre una serie di componenti READY TO RACE per portare la tua KTM 690 ENDURO R al livello successivo.

Cassa del filtro dell'aria

Accedere al filtro dell'aria quando si è in giro è un gioco da ragazzi, grazie alla cassa del filtro dell'aria posta al di sotto della sella. In questo modo, occuparsi della manutenzione della moto risulta facile e senza stress, quando sei lontano dai sentieri battuti. 

Motore

A una grande potenza d'accelerazione sin dai regimi minimi il motore unisce una straordinaria briosità e un funzionamento ottimale. Un altro notevole punto di forza: il consumo di carburante è estremamente contenuto.

Testa del cilindro

Una testa del cilindro leggera e compatta contiene quattro valvole e un albero a camme singolo posizionato al di sopra delle valvole dell'aspirazione, con un controalbero di equilibratura secondario azionato dalla catena della distribuzione. Le valvole dell'aspirazione vengono azionate da bilancieri a dito, mentre le valvole di scarico da un bilanciere.

Camera di risonanza

Una camera di risonanza bilancia i flussi nel condotto di aspirazione e rende la risposta all'acceleratore più fluida, con minori vibrazioni.

Controalbero di equilibratura

Due contralberi, di cui uno di fronte all'albero motore e l'altro nella testa del cilindro, riducono le vibrazioni a favore di una guida più fluida.

Pistone

Il leggero e resistente pistone forgiato è stato progettato per ridurre le masse controrotanti, migliorando così la risposta del motore.

Biella

I cuscinetti a strisciamento usati nella biella assicurano una riduzione delle masse controrotanti, aiutando così il motore a essere più fluido ed esaltandone la vivacità. 

Frizione PASC

La frizione PASC (Power Assist Clutch) richiede il minimo input da parte del pilota per azionarla, grazie al fatto che ai dischi della frizione viene trasferita una coppia del motore ridotta. La frizione antisaltellamento evita il blocco della ruota posteriore quando si rilascia la frizione bruscamente in scalata, riducendo così i saltellamenti della ruota posteriore sull'asfalto in caso di brusche frenate o decelerazioni in curva.

Trasmissione

La morbida scatola del cambio a 6 rapporti con Quickshifter+ permette di salire di marcia o scalare senza frizione in maniera più rapida quando sei nel vivo dell'azione. Ciò consente al pilota non solo di avere un maggiore controllo sulla moto mantenendo le mani ben salde sul manubrio, ma migliora anche la trazione della ruota posteriore.

Ride by wire

La KTM 690 ENDURO R è dotata del sistema ride by wire, che analizza i movimenti della manopola dell'acceleratore con l'ausilio di sensori elettronici e attiva di conseguenza le valvole a farfalla. Ciò migliora notevolmente la risposta, fornendo al pilota un migliore controllo dell'accelerazione del potente monocilindrico e una guida più fluida.

Iniezione / gestione del motore

Iniezione elettronica e gestione del motore promettono prestazioni che si adattano perfettamente alle condizioni di guida. Il risultato: una potenza controllata ancora maggiore e migliore, un consumo di carburante ridotto e minori emissioni, oltre al vantaggio di avere funzioni come MTC (controllo della trazione della motocicletta), MSR (regolazione della coppia del motore in fase di rilascio) e Quickshifter+. Il pilota ha la possibilità di scegliere fra due diverse mappature per influenzare le caratteristiche del motore. Il sistema a doppia accensione comanda le due candele di dimensioni diverse di ogni testa del cilindro in modo indipendente l'una dall'altra, per ottenere sempre una combustione più efficiente, oltre che una sequenza di combustioni più omogenea e comandata in modo preciso.

Lunghi intervalli di manutenzione

Oltre ai consumi ottimali, la KTM 690 ENDURO R fa risparmiare al suo proprietario denaro sonante anche grazie ai lunghi intervalli di manutenzione (10.000 km).

Frizione antisaltellamento

Fastidiosi saltellamenti della ruota posteriore? Vengono evitati grazie alla frizione antisaltellamento montata di serie.

Scarico

La KTM 690 ENDURO R vanta un impianto di scarico specificamente sviluppato e realizzato in acciaio inossidabile di alta qualità che, oltre a essere compatto e ottimizzato per l'utilizzo offroad, è anche conforme alle norme EURO 5. Tuttavia, se desideri un po' più di "rombo", il catalogo KTM PowerParts offre una serie di componenti READY TO RACE per portare la tua KTM 690 ENDURO R al livello successivo.

Cassa del filtro dell'aria

Accedere al filtro dell'aria quando si è in giro è un gioco da ragazzi, grazie alla cassa del filtro dell'aria posta al di sotto della sella. In questo modo, occuparsi della manutenzione della moto risulta facile e senza stress, quando sei lontano dai sentieri battuti. 

02. Telaio

DOMINA LA STRADA
DOMINA LA STRADA

Telaio

Il telaio a traliccio è realizzato a partire da sezioni leggere di tubi in acciaio al cromo-molibdeno di eccellente qualità, di spessori diversi. Questo tipo di design bilanciato del telaio garantisce un'elevata rigidità torsionale per il massimo della maneggevolezza e della guidabilità, mentre la flessibilità longitudinale appositamente messa a punto può assorbire l'energia degli urti sulla ruota, affiancando la sospensione nel ridurre la fatica per il pilota.

Telaietto posteriore

L'uso innovativo del serbatoio posteriore come principale elemento strutturale del telaietto posteriore mantiene il peso ridotto ed elimina qualunque complessità nel design.

Forcellone

Il design del forcellone consente un posizionamento ottimale dell'ammortizzatore, assicurando un'elevata azione di ammortizzazione progressiva. Il processo di fusione monoblocco elimina qualsiasi problema di disomogeneità ed eventuali punti deboli che sarebbero riscontrabili in un forcellone saldato.

Telaio e forcellone

Nonostante la sua ciclistica purosangue per l'offroad, la KTM 690 ENDURO R si destreggia con abilità tra le curve anche su strada. Due dei maggiori fattori che contribuiscono alla sua eccellente stabilità sono il telaio a traliccio leggero in acciaio al cromo-molibdeno e il forcellone pressofuso di alta qualità: entrambi sono estremamente resistenti alla torsione.

MANEGGEVOLEZZA PRECISA
MANEGGEVOLEZZA PRECISA

Piastra della forcella

Le piastre della forcella forgiate estremamente rigide, con un offset di 24 mm (regolabile a 22 mm), assicurano una presa sicura sulle forcelle per una maneggevolezza precisa. Permettono di regolare il manubrio in avanti e indietro in quattro diverse posizioni per offrire un'ergonomia ottimale al pilota.

Forcella

Guidare su terreni accidentati è più facile con la forcella a steli rovesciati WP XPLOR 48. Il design della forcella sdoppiata della KTM 690 ENDURO R è stato sviluppato in origine da WP e KTM per i modelli EXC. È dotata di molle in entrambi i lati, ciascuno con funzioni separate: compressione sul lato sinistro ed estensione sul lato destro. L'aspetto grandioso è che non si influenzano negativamente l'una con l'altra. Di conseguenza, lo smorzamento può essere regolato facilmente attraverso i registri posti in cima a entrambi gli steli della forcella, con 30 clic ciascuno.

Ammortizzatore

L'ammortizzatore WP XPLOR è collegato al forcellone con un leveraggio. Ciò assicura il carattere progressivo della sospensione e un'elevata resistenza all'affondamento. Completamente regolabile, anche per quanto riguarda lo smorzamento in compressione ad alte e basse velocità, l'ammortizzatore può essere adattato alle circostanze e alle preferenze del pilota.

Ruote e pneumatici

Le ruote KTM hanno mozzi leggeri fresati CNC e cerchi di fascia alta da 21” e 18” che uniscono massima resistenza e minimo peso. Sui cerchi sono inseriti pneumatici MITAS E07, che offrono un grip eccezionale e un’ottima durata.

Freni

Ottimi freni BREMBO ai vertici della categoria abbinati a leggeri dischi Wave (300 mm di diametro all'anteriore e 240 mm sulla ruota posteriore) offrono la combinazione decisiva di potenza frenante e sensibilità costante in frenata.

Serbatoio

Il grande serbatoio ha una capienza di 13,5 litri. Si tratta anche di un elemento portante della ciclistica, che lo rende più rigido per una sensazione e un controllo ottimali.

Componenti delle sospensioni

Dai professionisti per tutti: la forcella a steli rovesciati WP della KTM 690 ENDURO R, con un'escursione elastica di ben 250 mm e corpi esterni da 48 mm, è regolabile in molti modi e rappresenta con la massima semplicità il perfetto bilanciamento tra utilizzo quotidiano, su strada e fuoristrada. È progettata come forcella di tipo Split con circuiti di smorzamento distinti (smorzamento in compressione sullo stelo sinistro, smorzamento in estensione su quello destro) che possono essere calcolati indipendentemente l'uno dall'altro. Questo significa che non possono interagire come fanno i convenzionali sistemi "a sfiato libero", garantendo pertanto caratteristiche di guida ancora più sportive, più decise e ottimizzate per il pilota. Il monoammortizzatore a gas WP articolato tramite un leveraggio progressivo con escursione di 250 mm vanta perfino regolazioni di compressione per velocità alte e basse.

DOMINA LA STRADA
DOMINA LA STRADA

Telaio

Il telaio a traliccio è realizzato a partire da sezioni leggere di tubi in acciaio al cromo-molibdeno di eccellente qualità, di spessori diversi. Questo tipo di design bilanciato del telaio garantisce un'elevata rigidità torsionale per il massimo della maneggevolezza e della guidabilità, mentre la flessibilità longitudinale appositamente messa a punto può assorbire l'energia degli urti sulla ruota, affiancando la sospensione nel ridurre la fatica per il pilota.
DOMINA LA STRADA

Telaietto posteriore

L'uso innovativo del serbatoio posteriore come principale elemento strutturale del telaietto posteriore mantiene il peso ridotto ed elimina qualunque complessità nel design.

Forcellone

Il design del forcellone consente un posizionamento ottimale dell'ammortizzatore, assicurando un'elevata azione di ammortizzazione progressiva. Il processo di fusione monoblocco elimina qualsiasi problema di disomogeneità ed eventuali punti deboli che sarebbero riscontrabili in un forcellone saldato.

Telaio e forcellone

Nonostante la sua ciclistica purosangue per l'offroad, la KTM 690 ENDURO R si destreggia con abilità tra le curve anche su strada. Due dei maggiori fattori che contribuiscono alla sua eccellente stabilità sono il telaio a traliccio leggero in acciaio al cromo-molibdeno e il forcellone pressofuso di alta qualità: entrambi sono estremamente resistenti alla torsione.
MANEGGEVOLEZZA PRECISA
MANEGGEVOLEZZA PRECISA

Piastra della forcella

Le piastre della forcella forgiate estremamente rigide, con un offset di 24 mm (regolabile a 22 mm), assicurano una presa sicura sulle forcelle per una maneggevolezza precisa. Permettono di regolare il manubrio in avanti e indietro in quattro diverse posizioni per offrire un'ergonomia ottimale al pilota.
MANEGGEVOLEZZA PRECISA

Forcella

Guidare su terreni accidentati è più facile con la forcella a steli rovesciati WP XPLOR 48. Il design della forcella sdoppiata della KTM 690 ENDURO R è stato sviluppato in origine da WP e KTM per i modelli EXC. È dotata di molle in entrambi i lati, ciascuno con funzioni separate: compressione sul lato sinistro ed estensione sul lato destro. L'aspetto grandioso è che non si influenzano negativamente l'una con l'altra. Di conseguenza, lo smorzamento può essere regolato facilmente attraverso i registri posti in cima a entrambi gli steli della forcella, con 30 clic ciascuno.

Ammortizzatore

L'ammortizzatore WP XPLOR è collegato al forcellone con un leveraggio. Ciò assicura il carattere progressivo della sospensione e un'elevata resistenza all'affondamento. Completamente regolabile, anche per quanto riguarda lo smorzamento in compressione ad alte e basse velocità, l'ammortizzatore può essere adattato alle circostanze e alle preferenze del pilota.

Ruote e pneumatici

Le ruote KTM hanno mozzi leggeri fresati CNC e cerchi di fascia alta da 21” e 18” che uniscono massima resistenza e minimo peso. Sui cerchi sono inseriti pneumatici MITAS E07, che offrono un grip eccezionale e un’ottima durata.

Freni

Ottimi freni BREMBO ai vertici della categoria abbinati a leggeri dischi Wave (300 mm di diametro all'anteriore e 240 mm sulla ruota posteriore) offrono la combinazione decisiva di potenza frenante e sensibilità costante in frenata.

Serbatoio

Il grande serbatoio ha una capienza di 13,5 litri. Si tratta anche di un elemento portante della ciclistica, che lo rende più rigido per una sensazione e un controllo ottimali.

Componenti delle sospensioni

Dai professionisti per tutti: la forcella a steli rovesciati WP della KTM 690 ENDURO R, con un'escursione elastica di ben 250 mm e corpi esterni da 48 mm, è regolabile in molti modi e rappresenta con la massima semplicità il perfetto bilanciamento tra utilizzo quotidiano, su strada e fuoristrada. È progettata come forcella di tipo Split con circuiti di smorzamento distinti (smorzamento in compressione sullo stelo sinistro, smorzamento in estensione su quello destro) che possono essere calcolati indipendentemente l'uno dall'altro. Questo significa che non possono interagire come fanno i convenzionali sistemi "a sfiato libero", garantendo pertanto caratteristiche di guida ancora più sportive, più decise e ottimizzate per il pilota. Il monoammortizzatore a gas WP articolato tramite un leveraggio progressivo con escursione di 250 mm vanta perfino regolazioni di compressione per velocità alte e basse.

03. Ergonomia e comfort

Manubrio

I leggeri manubri rastremati larghi 808 mm hanno supporti in gomma per ridurre le vibrazioni. La loro larghezza e forma sono pensate per offrire il massimo controllo in ogni situazione.

Pedane

Le sofisticate pedane con soluzione ‘No Dirt’ impediscono il bloccaggio dello snodo, anche quando ci si fa strada tra solchi profondi o nel terreno bagnato. Gli inserti in gomma possono essere montati per l'uso stradale, in modo tale da ridurre eventuali vibrazioni che potrebbero essere percepite attraverso le pedane su strade accidentate.

Selle

La sella della KTM 690 ENDURO R fa tre cose. In primo luogo, grazie alla sua forma ergonomica e all'altezza della sella di 910 mm, permette al pilota di muoversi in modo fluido in offroad. In secondo luogo, offre un comfort ottimale quando si percorre il tragitto da un percorso a un altro. E, per finire, anche l'estetica fa la sua parte, grazie alla nuova copertina della sella arancione resistente e antiscivolo.

Manubrio

I leggeri manubri rastremati larghi 808 mm hanno supporti in gomma per ridurre le vibrazioni. La loro larghezza e forma sono pensate per offrire il massimo controllo in ogni situazione.

Pedane

Le sofisticate pedane con soluzione ‘No Dirt’ impediscono il bloccaggio dello snodo, anche quando ci si fa strada tra solchi profondi o nel terreno bagnato. Gli inserti in gomma possono essere montati per l'uso stradale, in modo tale da ridurre eventuali vibrazioni che potrebbero essere percepite attraverso le pedane su strade accidentate.

Selle

La sella della KTM 690 ENDURO R fa tre cose. In primo luogo, grazie alla sua forma ergonomica e all'altezza della sella di 910 mm, permette al pilota di muoversi in modo fluido in offroad. In secondo luogo, offre un comfort ottimale quando si percorre il tragitto da un percorso a un altro. E, per finire, anche l'estetica fa la sua parte, grazie alla nuova copertina della sella arancione resistente e antiscivolo.

04. Software ed elettronica

Quadro strumenti

Tenendo fede alle sue radici nelle competizioni enduro, la KTM 690 ENDURO R è dotata di un quadro strumenti semplice, ma efficace. Il design minimale del quadro strumenti, che fornisce ai piloti informazioni come velocità, numero di giri e una serie di spie di avvertimento essenziali, mantiene la vista davanti libera da qualsiasi ostacolo. Dopotutto, quando sfrecci su un terreno impegnativo, non vuoi alcuna distrazione.

Assistenza conducente

Iniezione elettronica, ride by wire e sistema di gestione del motore (EMS) permettono di offrire ausili elettronici alla guida innovativi ma facili da usare. Queste funzioni possono essere selezionate, disattivate e usate per sfruttare al meglio il potente motore LC4 di nuova generazione in una più ampia gamma di tipi di terreni e di condizioni.

Riding mode

Due riding mode (1) Street (2) Offroad: “Street mode” per una risposta dell'acceleratore sportiva, dove lo slittamento della ruota e le impennate vengono ridotti al minimo per offrire prestazioni ottimali su strada; la funzione ABS a due canali con ABS disattivato sulla ruota anteriore e posteriore è l’impostazione standard per l’ABS con il riding mode Street. l'‘Offroad mode’, al contrario, produce una risposta morbida dell'acceleratore con il controllo della trazione Offroad, che consente lo slittamento della ruota e il sollevamento della ruota anteriore senza interferire con le prestazioni. È possibile selezionare facilmente uno dei due riding mode dal manubrio, modificando il carattere del motore durante la marcia. Se necessario, il controllo della trazione può essere disattivato. Il riding mode OFFROAD disinserisce l’ABS sulla ruota posteriore per quell’importante sensibilità di frenata sul posteriore su terreni con bassa trazione.

Sensore dell'angolo di piega

Un sensore dell'angolo di piega rileva l'angolatura della moto e invia queste informazioni alla centralina elettronica e alle unità di controllo rilevanti, che usano questi dati per regolare il controllo della trazione e l'inserimento dell'ABS.

MTC (Motorcycle Traction Control)

Nell'istante in cui la ruota posteriore aumenta il numero di giri in modo sproporzionato rispetto alla situazione di guida, il controllo della trazione sensibile all'angolo di piega MTC (Motorcycle Traction Control) interviene immediatamente. In pochi millisecondi, l'MTC diminuisce la potenza del motore tramite le valvole a farfalla intervenendo, in modo quasi impercettibile, con la massima delicatezza, finché lo slittamento viene ridotto a livelli ottimali in funzione del riding mode selezionato e dell'angolo di piega che la moto ha in quel momento. I piloti particolarmente ambiziosi possono disattivare il controllo della trazione.

Quickshifter+

Il Quickshifter+ usa due sensori: quello sulla leva del cambio rileva il movimento su di essa quando il pilota sale di marcia, così il sistema interviene istantaneamente tagliando l'accensione; appena il secondo sensore rileva l'inserimento della marcia, riattiva l'iniezione e riapre la valvola a farfalla, assicurando azioni rapide e fluide indipendentemente dall'apertura del gas o dalla velocità del motore. In scalata, il sistema adatta il regime di rotazione a quello del rapporto inferiore.

ABS sensibile all'angolo di piega

L'ABS sensibile all'angolo di piega consente ai piloti di utilizzare la piena potenza frenante in tutte le condizioni, anche nelle grandi pieghe, con inclinazione al massimo e in tutta sicurezza. Una funzionalità particolarmente utile quando ci sono strade tortuose a dividerti dalla tua destinazione offroad. Se scegli la modalità ABS Offroad, l'ABS viene disattivato sulla ruota posteriore, intervenendo solo su quella anteriore con sensibilità all'angolo di piega disattivata. Se invece decidi di farne a meno, l'ABS può essere completamente disattivato in scenari estremi senza utilizzare un dongle ABS.

ABS Offroad

La modalità ABS Offroad dà letteralmente il massimo nella guida sullo sterrato. Se attivata, l'intervento dell’ABS è ridotto sulla ruota anteriore, per permettere di rallentare in maniera efficiente sui terreni sconnessi, ma è completamente disattivato su quella posteriore. Questo permette di far bloccare il posteriore quando si affrontano curve strette e di avere il pieno controllo su terreni accidentati.

Quadro strumenti

Tenendo fede alle sue radici nelle competizioni enduro, la KTM 690 ENDURO R è dotata di un quadro strumenti semplice, ma efficace. Il design minimale del quadro strumenti, che fornisce ai piloti informazioni come velocità, numero di giri e una serie di spie di avvertimento essenziali, mantiene la vista davanti libera da qualsiasi ostacolo. Dopotutto, quando sfrecci su un terreno impegnativo, non vuoi alcuna distrazione.

Assistenza conducente

Iniezione elettronica, ride by wire e sistema di gestione del motore (EMS) permettono di offrire ausili elettronici alla guida innovativi ma facili da usare. Queste funzioni possono essere selezionate, disattivate e usate per sfruttare al meglio il potente motore LC4 di nuova generazione in una più ampia gamma di tipi di terreni e di condizioni.

Riding mode

Due riding mode (1) Street (2) Offroad: “Street mode” per una risposta dell'acceleratore sportiva, dove lo slittamento della ruota e le impennate vengono ridotti al minimo per offrire prestazioni ottimali su strada; la funzione ABS a due canali con ABS disattivato sulla ruota anteriore e posteriore è l’impostazione standard per l’ABS con il riding mode Street. l'‘Offroad mode’, al contrario, produce una risposta morbida dell'acceleratore con il controllo della trazione Offroad, che consente lo slittamento della ruota e il sollevamento della ruota anteriore senza interferire con le prestazioni. È possibile selezionare facilmente uno dei due riding mode dal manubrio, modificando il carattere del motore durante la marcia. Se necessario, il controllo della trazione può essere disattivato. Il riding mode OFFROAD disinserisce l’ABS sulla ruota posteriore per quell’importante sensibilità di frenata sul posteriore su terreni con bassa trazione.

Sensore dell'angolo di piega

Un sensore dell'angolo di piega rileva l'angolatura della moto e invia queste informazioni alla centralina elettronica e alle unità di controllo rilevanti, che usano questi dati per regolare il controllo della trazione e l'inserimento dell'ABS.

MTC (Motorcycle Traction Control)

Nell'istante in cui la ruota posteriore aumenta il numero di giri in modo sproporzionato rispetto alla situazione di guida, il controllo della trazione sensibile all'angolo di piega MTC (Motorcycle Traction Control) interviene immediatamente. In pochi millisecondi, l'MTC diminuisce la potenza del motore tramite le valvole a farfalla intervenendo, in modo quasi impercettibile, con la massima delicatezza, finché lo slittamento viene ridotto a livelli ottimali in funzione del riding mode selezionato e dell'angolo di piega che la moto ha in quel momento. I piloti particolarmente ambiziosi possono disattivare il controllo della trazione.

Quickshifter+

Il Quickshifter+ usa due sensori: quello sulla leva del cambio rileva il movimento su di essa quando il pilota sale di marcia, così il sistema interviene istantaneamente tagliando l'accensione; appena il secondo sensore rileva l'inserimento della marcia, riattiva l'iniezione e riapre la valvola a farfalla, assicurando azioni rapide e fluide indipendentemente dall'apertura del gas o dalla velocità del motore. In scalata, il sistema adatta il regime di rotazione a quello del rapporto inferiore.

ABS sensibile all'angolo di piega

L'ABS sensibile all'angolo di piega consente ai piloti di utilizzare la piena potenza frenante in tutte le condizioni, anche nelle grandi pieghe, con inclinazione al massimo e in tutta sicurezza. Una funzionalità particolarmente utile quando ci sono strade tortuose a dividerti dalla tua destinazione offroad. Se scegli la modalità ABS Offroad, l'ABS viene disattivato sulla ruota posteriore, intervenendo solo su quella anteriore con sensibilità all'angolo di piega disattivata. Se invece decidi di farne a meno, l'ABS può essere completamente disattivato in scenari estremi senza utilizzare un dongle ABS.

ABS Offroad

La modalità ABS Offroad dà letteralmente il massimo nella guida sullo sterrato. Se attivata, l'intervento dell’ABS è ridotto sulla ruota anteriore, per permettere di rallentare in maniera efficiente sui terreni sconnessi, ma è completamente disattivato su quella posteriore. Questo permette di far bloccare il posteriore quando si affrontano curve strette e di avere il pieno controllo su terreni accidentati.

Dettagli tecnici

Motore

  • Coppia 73.5 Nm
  • Cambio 6 marce
  • Raffreddamento Raffreddamento liquido
  • Potenza in kW 55 kW
  • Avviamento Starter elettrico
  • Corsa 80 mm
  • Alesaggio 105 mm
  • Frizione frizione antisaltellamento PASC (TM), comando idraulico
  • Emissioni CO2 99 g/km
  • Cilindrata 692.7 cm³
  • EMS EMS Keihin con RbW, doppia accensione
  • Costruzione 1 cilindro, motore a 4 tempi
  • Consumo di carburante 4.3 l/100 km
  • Lubrificazione forzata con 2 pompe dell'olio

Ciclistica

  • Capacità serbatoio (circa) 13.5 l
  • ABS Robert Bosch AG 9.1 MP (incl. ABS sensibile all'angolo di piega e modalità Offroad disinseribile)
  • Diametro disco freno anteriore 300 mm
  • Diametro disco freno posteriore 240 mm
  • Freno anteriore pinza flottante a due pistoncini Brembo, disco freno
  • Freno posteriore pinza flottante a pistoncino singolo Brembo, disco freno
  • Catena X-ring 520
  • Costruzione telaio telaio tubolare a traliccio al cromo-molibdeno, verniciato a polvere
  • Sospensione anteriore WP XPLOR-USD, Ø 48 mm
  • Altezza minima da terra 269 mm
  • Sospensione posteriore WP XPLOR with Pro-Lever linkage
  • Altezza sella 929 mm
  • Inclinazione cannotto di sterzo 62.3 °
  • Escursione anteriore 250 mm
  • Escursione posteriore 250 mm